Legalizzazione delle droghe leggere in Europa: giuristi italiani e statunitensi a confronto

Giuristi italiani e statunitensi si incontreranno il 14 giugno 2017 alle ore 15.00 presso la Biblioteca Guarino dell’Università “Federico II” per discutere sul tema della legalizzazione delle droghe leggere in Europa nell’ambito della tavola rotonda dal titolo: “European Drug Reports 2017: Views from the US and Italy”.

L’iniziativa, che costituisce il Convegno inaugurale della Convenzione internazionale tra il Dipartimento di Giurisprudenza federiciano e lo Sturm College of Law dell’Università di Denver promossa dai professori Celia Taylor e Amedeo Arena, prende le mosse dalla recente pubblicazione della Relazione europea sulla droga 2017 da parte dell’Osservatorio europeo delle droghe e delle tossicodipendenze.

La Relazione ha evidenziato che la cannabis è il tipo di droga più diffuso in Europa: si stima che, in media, ne abbia fatto uso negli ultimi 12 mesi una persona su sette nella fascia di età tra i 15 ed i 34 anni, rapporto che sale ad una persona su cinque in Italia ed in Francia. Anche se la Relazione ha confermato che i rischi per la salute derivanti dall’uso di cannabis sono sensibilmente inferiori rispetto agli altri tipi di droghe, la marijuana e l’hashish si collocano al centro delle attività investigative e di contrasto delle forze dell’ordine europee, costituendo il 70% delle sostanze illecite sequestrate e l’oggettodel57% dei reati di spaccio e possesso di stupefacenti contestati.

La tavola rotonda si propone di discutere i risultati della Relazione europea sulla droga con il Prof. Sam Kamin dello Sturm College of Law, uno dei massimi esperti statunitensi in materia di legalizzazione delle droghe leggere, già membro della task force a tale scopo nominata dal Governatore dello Stato del Colorado e del Blue ribbon panel sulla regolamentazione della cannabis,Locandina Drug Report 2017Locandina Drug Report 2017 istituito dall’Unione americana per i diritti civili della California.

Prenderà parte al dibattito altresì il Cons. Massimo Perrotti, giudice della sestasezione penale della Corte d’Appello di Napoli e precedentemente addetto all’ufficio legislativo del Ministero della Giustizia, il quale si è occupato della proposta di legge C. 3235, un articolato progetto di legalizzazione della coltivazione, della lavorazione e della vendita della cannabis, tutt’ora al vaglio della Camera dei Deputati.

Questa tavola rotonda si inserisce tra le attività formative del Dottorato di ricerca in Diritto dell’economia Locandina Drug Report 2017 (coordinato dal Prof. Massimo Iovane) e del Corso di Perfezionamento in diritto dell’Unione Europea (diretto dal Prof. Roberto Mastroianni) ed ha ottenuto il patrocinio della Commissione Fulbright per gli Scambi Culturali fra l’Italia e gli Stati Uniti.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *